domenica 15 settembre 2013

6 Nazioni i Pirati con la nazionale.

Cari Pirati ...stiamo pensando di organizzare una trasferta in occasione dei test match che anticiperanno il 6 nazioni. Andiamo con tutti i bimbi a vedere la nazionale italiana giocare Italia v Fiji  a Cremona, presso lo Stadio “Zini” il 16 novembre 2013. Presto vi indicheremo come iscriversi.

mercoledì 11 settembre 2013

Da Febbraio Il 6 nazioni in TV su DMax

Il torneo 6 Nazioni di rugby torna a sorpresa in chiaro e in diretta sulle tv degli italiani: tutto merito di DMax, rete del network Discovery Italia, che ha siglato un accordo di esclusiva con la Six Nations Rugby Ltd (il “governo” amministrativo del Torneo più antico al mondo, il primo Home Championship risale al 1883): i diritti sportivi tv, online e mobile di tutti gli incontri sono stati acquisiti per il quadriennio 2014-2017. L’Italrugby cambia dunque di nuovo “partner” televisivo: «Sono molto soddisfatto di questo accordo – ha commentato il presidente della Federazione italiana rugby, Alfredo Gavazzi – Ho visto, da parte di Discovery, entusiasmo, voglia di fare e di apportare idee innovative. Questa emittente porterà il rugby nelle case di un pubblico nuovo che non abbiamo mai raggiunto in precedenza e avremo i 15 incontri del 6 Nazioni trasmessi su un canale in chiaro». E intanto John Feehan, ceo del Six Nations Rugby Ltd, si augura che un partner tv in chiaro possa aiutare il rugby italiano a crescere, in termini di appassionati e di tesserati: “Siamo felici di accogliere Discovery fra i nostri partner televisivi. Il nostro obiettivo è quello di ampliare la platea di appassionati del nostro sport e crediamo che la partnership con Discovery contribuirà a potenziare la popolarità del rugby in Italia”. Il debutto del 6 Nazioni sarà valorizzato attraverso una campagna promozionale e di marketing sull’intero network; numerosi programmi e diverse iniziative dedicate ai personaggi, alla storia e alla cultura del rugby, accompagneranno i tifosi e gli appassionati da dicembre a marzo in televisione, allo stadio e sul web. Molte le iniziative sulla rete e sui social network per far vivere l’evento anche al di fuori della tv e oltre i tempi della competizione sul campo. Da febbraio, la trasmissione in diretta di tutte le partite dell’RBS 6 Nazioni sarà arricchita da interventi pre e post partita e interviste sul campo. DMax è presente sul canale 52 del digitale terrestre ed è disponibile anche al canale 28 di TivùSat. Marinella Soldi, ad di Discovery Italia festeggia a ragione il colpaccio: “Questo accordo è un grande successo per Discovery e tutti i fan del rugby: siamo orgogliosi di accogliere l’evento dell’RBS 6 Nazioni sul nostro network. In Italia, il rugby e DMax hanno molto in comune: sono entrambi giovani ma in decisa crescita e riflettono valori comuni di coraggio, passione, autenticità. Dmax è in grado di raccontare questo sport in modo innovativo e coinvolgente cosi com’è nello stile e nella tradizione di Discovery. Il nostro auspicio è di vederli crescere insieme grazie a nuovi fan e appassionati che riusciremo a raggiungere”. Il gruppo Discovery – che con un portfolio di 12 canali dichiara di essere il terzo editore televisivo italiano dopo Rai e Mediaset per share complessiva, arrivando a superare il 7% nel periodo estivo – con questa operazione aggiunge lo sport a una programmazione finora dedicata all’entertainment e recentemente arricchita da contenuti fiction & kids, a seguito della acquisizione dei canali Switchover Media. I canali Discovery, presenti in Italia dal 1997, sono visti ogni giorno in media da oltre 15 milioni di persone (dati aziendali), che salgono a oltre 44 milioni in un mese (dati primo semestre 2013), per una copertura netta di oltre il 75% della popolazione italiana. Il pubblico del canale è composto prevalentemente da uomini (64%), giovani (il 36% ha tra i 25 e i 44 anni).

domenica 1 settembre 2013

Il Pirata Carlo Festuccia parte con le Vespe di Londra !

Alla presentazione della nuova stagione delle Zebre abbiamo incontrato il "nostro" Carlo per l'allenamento previsto il 10 settembre alle ore 19,30 a Vimercate in compagnia di Giovanbattista Venditti. E Carlo Festuccia ci ha dato una bella notizia: pochi giorni fa ha firmato per il London Wasps uno tra i club più storici d'Inghilterra, che lo ha corteggiato da quando militava nel campionato Francese. Ha firmato un anno + uno di contratto che lo vedrà giocare con il connazionale Andrea Masi (uno degli artefici del trasferimento). La sua mamma (simpaticissima) dell'Aquila, è stata sicuramente la seconda persona che ha visto favorevolmente il trasferimento... e ci ha confidato "Gli mancheranno gli amici perchè qui a Parma ha trovato un bell'ambiente. Ieri gli hanno fatto una festa a sorpresa che lo ha commosso. Pensare che gli dicevo di smettere! ...invece sarà una bella esperienza per il mio Carlo". Per i Pirati può essere l'occasione di andare a fare una trasferta in terra straniera.... vi piacerebbe andare a Londra? Che ne dite?  Aggiungiamo un'ultima nota di colore: la sua nuova fidanzata ci ha promesso che si trasferirà anche lei in Inghilterra. ... ma se Carlo torna a trovarci ci sarà anche lei. La partenza di Carlo è prevista domenica 1 settembre, per questo che al nostro allenamento del 10 settembre oltre a Giamba Venditti, ci sarà un'altra sorpresa :))

domenica 21 luglio 2013

Esercizi per le vacanze...

Siete rimasti senza la bandana dei Pirati? Ecco come realizzare una bandana.

venerdì 14 dicembre 2012

domenica 11 novembre 2012

REGOLAMENTO RUGBY LIGHT


GIOCATORI Da 5 a 10 per squadra (9-10 per squadra in un 
campo da Rugby XV regolamentare).
PUNTI Si segnano con la meta (5 punti), la trasformazione 
(2 punti, da eseguirsi da parte dello stesso giocatore che ha 
segnato la meta con calcio piazzato) e il drop goal (3 punti).  
TOCCO A due mani sotto la cintura (= linea dell’ombelico)
  • deve essere portato senza eccessiva violenza
  • può avvenire solo dopo che il portatore è entrato 
  • in possesso della palla.
Inoltre:
  • è vietato toccare intenzionalmente il portatore di palla sulla 
  • parte superiore del corpo per rallentarlo o ostacolarlo;
  • è vietato evitare il tocco spingendo, allontanando 
  • o ostacolando i difensori.
Subito dopo il tocco, tutti i giocatori della squadra in difesa 
devono arretrare dietro una linea a 5 passi dal punto del tocco, 
eccetto un difensore (marker) che può rimanere sul punto del 
tocco davanti al giocatore che esegue il roll-ball (v.).
Se il portatore di palla è toccato a meno di 5 passi alla linea 
di meta avversaria o all’interno dell’area di meta avversaria 
(prima che esegua il toccato a terra), il roll-ball si gioca a 
5 passi dalla linea di meta.Se il portatore di palla è toccato 
all’interno della propria area di meta, si procede come per 
l’annullato nel caso in cui il pallone sia stato portato in area 
da un difensore (=con un roll-ball a favore della squadra in 
attacco a 5 passi dalla linea di meta).La squadra in attacco 
ha a disposizione 3 tentativi. Dopo il terzo tocco la palla passa 
alla squadra in difesa, che la rimette in gioco con un roll-ball. 
Dopo un intercetto non completato (v.) il conto dei tentativi 
riprende da zero.

ROLL-BALL Il giocatore toccato deve fermarsi sul punto in 
cui è avvenuto il tocco, poggiare subito la palla per terra e 
farla rotolare sotto le gambe entro 1 m..  Un giocatore in 
posizione di mediano (acting half) deve raccogliere il

INTERCETTO NON COMPLETATO 
Se il pallone cade in 
avanti in conseguenza di un intercetto si tratta di in-avanti 
(=roll-ball a favore della squadra in attacco). Se però un 
giocatore contra il pallone ad un avversario che sta calciando 
e il pallone va in avanti, non si tratta di in-avanti e il gioco 
prosegue.pallone e riprendere il gioco. Dopo che
il mediano ha toccato la palla, il marker e gli
altri difensori possono avanzare per contrastarlo.
Se la squadra in attacco non rimette la palla in
gioco entro 4 secondi dal momento del tocco,
la palla passa alla squadra in difesa che la rimette
in gioco con un roll-ball.Il roll-ball è utilizzato anche dopo
un in-avanti, un passaggio in avanti involontario e un intercetto 
non completato (v.).

FUORIGIOCO Sono in fuorigioco:
  • i giocatori della difesa (escluso il marker) che durante 
  • un roll-ball non arretrano a 5 passi o avanzano prima 
  • che il mediano abbia toccato la palla;
  • i giocatori che si trovano davanti ad un compagno 
  • di squadra portatore di palla;
  • i giocatori che si trovano davanti al compagno che ha 
  • calciato la palla, finché quest’ultimo o un altro giocatore 
  • partito dietro di lui non li supera.
Il giocatore in fuorigioco deve rientrare in-gioco senza interferire. 
Se gioca il pallone, effettua un tocco, si muove verso la palla o
 ostacola comunque gli avversari, è punito con un calcio di punizione (v.).
CALCIO DI PUNIZIONE E’ battuto con un calcio libero. 
La squadra punita deve arretrare a 10 passi dal punto di battuta.
E’ concesso in caso di:

(a) fuorigioco;(b) in-avanti o passaggio in avanti volontario;
(c) infrazioni contro lo spirito sportivo (es. proteste, palla 
allontanata, eccessiva aggressività nel tocco).
RIMESSA LATERALELa rimessa spetta sempre alla squadra che 
non ha portato o calciato fuori la palla.
Viene battuta:

(a) con un lancio con le mani, eseguito dalla linea laterale 
all’altezza del punto in cui la palla è uscita, se la palla è stata 
portata o lanciata fuori; la difesa deve disporsi a 5 passi dalla 
linea perpendicolare al punto di battuta;
(b) con un lancio con le mani, eseguito dalla linea laterale 
all’altezza del punto in cui la palla è uscita, se la palla è stata
calciata dall’interno della propria metà campo e ha battuto in
campo prima di uscire; la difesa deve disporsi a 5 passi dalla
inea perpendicolare al punto di battuta;
(c) con un roll-ball eseguito dal punto in cui la palla è stato 
calciata, se la palla è stata calciata dall’interno della metà 
campo avversaria o se se è stata calciata dalla propria metà 
campo ma non ha battuto in campo prima di uscire.
Quando un giocatore calcia il pallone in touch da calcio di punizione, 
battuto da qualsiasi punto del campo di gioco, il punto della rimessa 
in gioco sarà dove il pallone è andato in touch.
PALLA OLTRE LA LINEA DI PALLONE MORTO 
O IN ‘TOUCHE DI META’ Se il pallone è stato calciato da un attaccante
dalla propria metà campo, la squadra in difesa lo rimette in gioco 
con un roll-ball dal punto in cui è stato calciato. In tutti gli altri casi,
 il gioco riprende come dopo un annullato (v.).
ANNULLATO Se il pallone è stato fatto arrivare in area di meta da 
un attaccante, la squadra in difesa rimette in gioco la palla con 
un calcio libero a 5 passi dalla linea di meta.Se il pallone è stato 
fatto arrivare in area di meta da un difensore, il gioco riprende 
con un roll-ball a favore della squadra in attacco a 5 passi dalla linea di meta.
CALCIO D’INVIO All’inizio del tempo e dopo ogni segnatura, 
il gioco ha inizio con un calcio dal centro del campo. La squadra 
che calcia si schiera dietro la linea di metà campo, l’altra a 10 
passi di distanza dalla metà campo.

Se il pallone non supera la linea a 10 passi, il calcio va ripetuto. 
Se il calcio esce dal campo, la squadra che non ha calciato 
riprende il gioco con un calcio libero dal centro del campo.
Dopo una segnatura, il calcio spetta alla squadra che ha segnato.

Note:
1. Per evitare che il gioco diventi confuso, 
l’applicazione delle regole su fuorigioco e 
in-avanti deve essere il più possibile rigorosa.
2. Nel caso non ci sia un arbitro, la chiamata 
del tocco è affidata alla difesa e non è possibile 
chiedere il vantaggio.